Cos’è la pediofobia?

Pubblicato il

Le bambole sono oggetti adorabili che ci ricordano l’infanzia e l’innocenza, ma alcune persone possono soffrire di una paura irrazionale di questi giocattoli che rappresentano la figura umana anche se in dimensioni più ridotte. La pediofobia è la paura delle bambole. Non solo di quelle horror, ma di tutte. La paura patologica di bambole e giocattoli con fattezze umane è molto più di una sciocca paura infantile, colpisce anche gli adulti e ha a che fare col funzionamento del cervello umano. La paura verso questo tipo di oggetti può arrivare a livelli patologici, tanto da sfociare in una vera e propria fobia che può rendere impossibile sostare nella stanza in cui si trova una grossa bambola o un manichino da abbigliamento.

Anche se sono uno dei giocattoli più antichi, fino a tempi assai più vicini a noi le bambole erano solo fantocci che richiamavano alla lontana la figura umana vera, cui in genere le persone reagiscono in modo positivo. Fino a un certo punto, però. Quando la verosimiglianza è eccessiva, al contrario, subentrerebbe la repulsione. Le bambole sono spesso associate anche alla stregoneria, basti pensare al vudù dove le bambole possono causare dolori e tormenti alle persone che rappresentano. Può capitare che i bambini rivelino di avere paura di determinate bambole, che tentino di nasconderle, o che piangano nel vederle. In questo caso non bisogna forzare il bambino a vederle come un gioco, ma lasciare che il tutto si risolva naturalmente.

Le bambole rappresentano dunque il prototipo del giocattolo potenzialmente perturbante, e questo è ancor più vero nel caso di produzioni “iper-realistiche”, dove si apprezzano i dettagli accurati a imitazione di un vero neonato, ma anche per le bambole in porcellana e per quelle a dimensioni reali. Sigmund Freud pensava che questo disturbo avesse la sua origine nella paura che questo oggetto diventasse vivo. Tuttavia, per capire la pediofobia, che è parte dei disturbi fobici, il comportamentista sembra essere più efficace, perché le fobie di solito originano per condizionamento classico.